La Rivista di storia del diritto italiano è la più antica dei tre periodici italiani specifici del settore e la più ampia come rappresentatività di collaborazioni e di interessi. Comprende infatti nel suo "Comitato di direzione" tutti i professori ordinari del settore ed abbraccia l'intera gamma degli studi della storia del diritto dal medioevo all'età contemporanea.

Il più longevo dei fondatori Mario Enrico Viora, in occasione del cinquantennio della rivista, così ne rievocava la nascita:








"In una serata autunnale del lontano 1927 passeggiavo sul ponte di Castel Sant'Angelo in Roma con il mio fraterno amico e compagno di Studi Sergio Mochi-Onory. Eravamo entrambi da poco usciti dall'Istituto giuridico dove io avevo dedicato un pomeriggio alla lettura delle principali riviste storico-giuridiche straniere (la Nouvelle Revue, la gloriosa Savigny, la olandese Tijdschrift). Ne riferii a Mochi-Onory, osservando che solo l'Italia, fra i paesi di antica civiltà, non possedeva una rivista storico-giuridica. Con l'incoscienza propria dei giovani decidemmo di prospettare al nostro Maestro Francesco Brandileone l'idea di pubblicare una rivista dedicata alla disciplina".


La Rivista di storia del diritto italiano iniziò perciò con la prima annata le sue pubblicazioni nel 1928 sotto la direzione di Francesco Brandileone, Carlo Calisse e Nino Tamassia, con gli stessi Viora e Mochi-Onory come segretari di redazione, catalizzando ben presto l'interesse della gran parte dei docenti e degli studiosi italiani di storia giuridica. Con la scomparsa di Calisse e Tamassia, la direzione fu assunta poi da Brandileone, Leicht, Mochi-Onory e Viora;nell'immediato dopoguerra tutti i professori ordinari della materia vennero chiamati a far parte del comitato di direzione, secondo l'impostazione che resta tutt'ora. Mario Enrico Viora fu a lungo direttore responsabile della rivista, sino alla scomparsa (1986); da quella data gli è subentrato Gian Savino Pene Vidari. In ricordo della prematura scomparsa di Sergio Mochi-Onory fu costituita nel 1954 in Sua memoria la Fondazione Sergio Mochi Onory per la storia del diritto italiano, che è divenuta proprietaria della testata della Rivista di storia del diritto italiano. Attualmente la sede della Fondazione è a Roma, mentre l'Amministrazione della rivista è presso la "Biblioteca F. Patetta" dell'Università di Torino.
La rivista ha cadenza annuale e pubblica pure una collana editoriale di storia giuridica che conta a oggi 42 titoli, disponibili a partire dal n. 23 presso l'Amministrazione della rivista; dell'attività del primo cinquantennio della rivista è stato pubblicato nel 1987 un resoconto analitico con indici degli autori dei contributi; la rivista si è fatta promotrice - anche in tempi recenti - di iniziative convegnistiche e culturali di respiro internazionale e si propone, inoltre, di offrire (attraverso le sezioni dedicate alle iniziative congressuali ed alla rassegna bibliografica) un panorama tendenzialmente completo della vita scientifica e degli orientamenti culturali delle discipline storico-giuridiche.











Amministrazione della Rivista di Storia del Diritto Italiano
Campus Luigi Einaudi, Università di Torino, Lungodora Siena 100 - 10153 Torino
tel. +39.11.6706975 e-mail: amministrazione.rivista@storiadiritto.it



generic Viagra or are famous for their effective treatment for sexual disorders dating website. Online stores provide these at discounted prices. generic Cialis